Cabine telefoniche a rischio estinzione. Ecco come potremmo riutilizzarle!

E’ vero che oggi praticamente tutti, esclusi i neonati (sugli ultra-novantenni non ci giurerei ;) ), posseggono un telefono cellulare. Ciò significa che, ovunque noi siamo, possiamo ricevere e fare telefonate.

Ma vi ricordate quelle magiche cabine che, con un gettone o una più “moderna” scheda telefonica, ci permettevano di chiamare? Prima perché non si possedeva il telefono a casa e poi perché il cellulare era solo per pochi.

Beh, entro il 2012 verranno smantellate tutte le cabine telefoniche presenti sul territorio italiano e l’operazione inizierà a breve.

Questa notizia, a dir la verità, a me non piace per niente.

Le ho definite magiche perché nei loro anni floridi hanno permesso di contattare affetti lontani, di fare scherzi telefonici con gli amici o anche solo di proteggersi dalla pioggia durante un acquazzone improvviso.

Ma perché smantellarle? E’ vero che con l’avvento del telefonino praticamente non abbiamo più bisogno di utilizzarle per la loro principale funzione. Ma potrebbero rivelarsi ancora utili nel caso ci si scaricasse la batteria mentre siamo in giro! E se non abbiamo abbastanza denaro per acquistare una ricarica o, peggio, ce lo rubano? Se il telefonino non prendesse per niente? Come contattare qualcuno?

Ciò dovrebbe essere già sufficiente per tenerle ancora in vita, ma, dato che probabilmente non basta per far cambiare idea sulla loro “cessata utilità”, perché non affidargli nuovi compiti?

Con il passare degli anni le cabine telefoniche nostrane, come quelle estere, sono state decimate. C’è bisogno di fermare il pericolo di estinzione e dare loro un’ultima chance!

Ecco alcuni esempi realizzati realmente, in varie parti del mondo:

Continua a leggere