Vacanze? Fatele eco

In questo periodo estivo in molti hanno già organizzato e vissuto le proprie ferie.
Chi, invece, non lo ha ancora fatto, e probabilmente è ancora indeciso o impreparato, come può scegliere le proprie vacanze? Ma soprattutto…che tipo di vacanza si può fare senza che si ripercuoti negativamente sull’ambiente?
Ecco alcuni consigli pratici, semplici ed economici che si possono seguire:

1. Scegliere strutture a basso impatto ambientale, non eco-mostri o colate di cemento costruiti in mezzo alla natura.
Sarebbe utile conoscere i proprietari o i finanziatori della struttura che vi ospiterà: i vostri soldi saranno spesi meglio se potrete dar lavoro a operatori locali piuttosto che finanziare i soliti ricconi!

2. Scegliere una vacanza all’insegna del whalewatching e birdwatching: ci sono diversi tour operator che li organizzano.
Nel parco marino di Torre Salsa (Ag) in Sicilia si possono seguire le tracce delle tartarughe (vai su wwf), mentre qui in Liguria si possono seguire e avvistare i delfini o visitare il “Santuario Internazionale dei Cetacei” (date un’occhiata all’interessantissimo sito: www.whalewatchliguria.it).
Per quanto riguarda il birdwatching, ovvero l’osservazione ed il riconoscimento degli uccelli, visitate i seguenti siti: www.liguriabirding.net, www.cuneobirding.it e www.lipugenova.org

3. Fare del cicloturismo: potete programmare i percorsi in base alle vostre esigenze e vivere totalmente a contatto con la natura. Così fatto non dovrete più rinnovare l’abbonamento alla palestra quest’inverno!

(Visitate anche amicidellabicicletta e dueruotenelvento)

4. Prediligere, per viaggiare, un mezzo come il treno è un’ottima scelta! Lasciamo a casa automobili e moto…l’inquinamento, anche d’estate, è sempre dietro alla porta.
E poi che dire…il costo della benzina è talmente aumentato che le nostre non saranno più vacanze all’insegna del relax e del risparmio…anzi.
Evitiamoci stress inutili. Scegliamo in tutto e per tutto i mezzi pubblici.
Un’ottima scelta di viaggio sarebbe quella del famoso interrail!

5. Scegliete di praticare l’escursionismo a basso impatto, ma ricordatevi di lasciare meno tracce possibili dopo il vostro passaggio.
Riportate indietro tutto ciò che non è rapidamente biodegradabile; non disturbare gli animali per fare foto o riprese; evitate di accendere il fuoco se c’è pericolo di incendi e assicuratevi di spegnerlo attentamente con terra o acqua prima di andare via.
In montagna potrete respirare a pieni polmoni aria sana e pulita. Che dire poi dei meravigliosi panorami che potreste assaporare…vi consiglio vivamente questo tipo di vacanza!
Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta sono le prime da visitare!!!

6. Se amate la spiaggia ricordatevi di non lasciare traccia del vostro passaggio.
E se potete, scegliete le eco-spiagge: in Romagna ce ne sono un paio.
Qui non c’è il rischio di sprecare l’acqua perché le docce installate catturano quella piovana, i pannelli solari la riscaldano, i timer a tempo ne controllano la quantità usata (se siete interessati andate su www.ecospiaggericcione.com).
In alternativa, qualunque nostra spiaggia andrà benone…ma ricordatevi di viverla con più responsabilità!

Il rispetto per l’ambiente è un aspetto molto importante per chiunque desideri viaggiare in maniera etica. In rete ho scovato il sito (in lingua inglese) di EcoTravel in cui vengono proposte mete, suggeriti percorsi e dove si possono trovare tour operator o agenti di viaggio giusti per il tipo di vacanza (ecologica) che si desidera fare.

Dimmi la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...