PlantBottle, la bottiglietta “eco-friendly” firmata Coca-Cola

La Coca-Cola Company, discutibile (per quanto riguarda le dubbie condizioni di trattamento rivolte ai suoi lavoratori e le accuse di violazione dei diritti umani) azienda produttrice di una delle bibite più amate e bevute al mondo, ha consolidato nel 2011 una partnership con alcune società che si occupano di biotecnologia al fine di accelerare la produzione di una bottiglietta “sostenibile”, concepita nel 2009 e realizzata in parte con un materiale plastico di origine vegetale (canna da zucchero e melassa) e in parte da PET riciclato, con cui distribuire e conservare i suoi prodotti. Il nome di questo contenitore eco-friendly è PlantBottle e viene già, ad oggi, impiegato in circa 20 paesi nel mondo, tra cui la Francia e l’Italia. La multinazionale americana, però, è intenzionata a convertire tutti gli imballaggi al nuovo formato bioPET, completamente riciclabile, entro il 2020.

L’obiettivo dell’azienda è sicuramente quello di dar vita ad una strategia sostenibile per ridurre la sua dipendenza dalle risorse non rinnovabili, continuare ad espandersi senza danneggiare ulteriormente l’ambiente e dare una ventata green al marchio e ai suoi prodotti, modalità, queste ultime, utili anche per “apparire” nel miglior modo agli occhi dei consumatori, sempre più attenti alle tematiche “salva-pianeta”.

L’uso dell’eco-packaging, secondo quanto affermato dal colosso industriale, ha aiutato a risparmiare, solo nel 2011, l’equivalente di 60.000 barili di petrolio (sostanza sostituita con il bio-etanolo) impiegati normalmente nella fabbricazione delle classiche bottiglie in plastica PET.

Vista l’importanza di questa innovazione, la Coca-Cola ha deciso di condividere PlantBottle con altre aziende tra cui la famosa Heinz Company, produttrice di ketchup in bottiglietta.

Mi auguro sinceramente che il passaggio al nuovo formato ecosostenibile avvenga nel più breve tempo possibile (non scordiamoci che l’idea di PlantBottle è nata nel 2009!) e, nonostante le varie critiche da fare a questa azienda, ritengo che quello compiuto sia un passo importante, soprattutto se immaginiamo la vasta portata dei suoi prodotti.

In ultimo un consiglio per tutti gli amanti di queste bevande: dopo averle consumate riciclatele! Solo grazie a questo semplice gesto è possibile ridare vita ai materiali impiegati e ottenere nuove bottiglie o altri oggetti (dagli ombrelli alle sedie, come suggerito dalla seguente infografica).

(Immagini tratte dal sito www.coca-cola.co.uk)

Dimmi la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...