Gli eco-blogger si raccontano: Carmela Giambrone e il suo “Equo, Eco e Vegan”

“Nulla è impossibile, se non riesci impegnati e ci riuscirai, non mollare e insisti!”.

Questo è il motto dell’eco-blogger che mi ha fatto l’onore di rispondere alle mie domande. E dopo una lunga pausa della mia rubrica dedicata ai blogger amici del pianeta devo dire che si riparte con il botto ;)! Di chi si tratta? Di una ragazza dolcissima e straordinaria…Carmela Giambrone, meglio conosciuta in rete come Kia, autrice di Equo, eco e vegan* (* ecology, veganism and solidarity at the times of 2.0), laureanda in biologia, praticante giornalista-pubblicista (potete leggere i suoi articoli su molte testate, tra cui l’interessantissimo GreenMe), vegetariana da quando aveva 18 anni e vegan dal 2007. Kia collabora con associazioni, aziende e realtà web nella realizzazione di progetti divulgativi di stampo educativo ed ambientale. E’ relatrice, infatti, di molti laboratori all’interno di eventi eco-friendly (insegna e spiega l’autoproduzione di cosmetici, cucina vegan, compostaggio domestico). Famosissima per aver ideato la compostiera da balcone (portata in tv da Paola Maugeri, anche all’interno del programma “E se domani”), è una persona dalle mille risorse, fonte di eco-informazioni e d’ispirazione! Ecco cosa ci racconta…

1) Ciao Kia! Benvenuta su Madreterra e grazie per aver accettato di partecipare alle mie eco-interviste! Partiamo con la primissima domanda…quando e cosa ti ha spinto ad aprire un blog “eco-friendly”?

Ciao Elena, innanzitutto lasciami dire che sono molto felice di ricevere la tua intervista…siamo compagne di 2.0 da molto e purtroppo solo recentemente (finalmente!) ci siamo incontrate e di questo ne sono molto felice! Beh, allora nel 2007, in concomitanza con la mia evoluzione da vegetariana a vegan, mi sono detta: “perché non mettere tutto nero su bianco?” Un po’ per me, per rendermi conto dei passi compiuti e un po’ per gli altri, quelli che magari come me avrebbero voluto intraprendere la stessa strada ma magari non sapevano bene da dove iniziare. Da lì il passo è stato breve. Da semplice diario si è evoluto in quello che io chiamo ormai “il mio piccolo mondo sul mondo”

Continua a leggere

Gli Eco-blogger si raccontano: Anna Simone e il suo EcoSpiragli

E’ passata poco più di una settimana dalla prima eco-intervista pubblicata sul blog ed eccomi nuovamente qui per presentarvi la prossima blogger.

Lei è Anna Simone, romana (per la precisazione di Rocca d’Arce), sociologa ambientale e giornalista freelance per Tekneco e Linkiesta. Ma soprattutto è una eco-blogger! Ecco cosa ci racconta del suo Ecospiragli:

Anna Simone e il suo EcospiragliQuando e cosa ti ha spinto ad aprire un blog “eco-friendly”?
E’ quasi un anno che ho aperto EcoSpiragli, il 10 febbraio si festeggia il primo compleanno. Ho iniziato per provare, per vedere se qualcuno era interessato a leggere i miei pensieri legati all’ecologia…finora i lettori ci sono, incrocio le dita anche per il futuro!

Continua a leggere

Gli Eco-blogger si raccontano: Loredana Cramarossa e il suo Dandaworld

Come promesso e annunciato, ecco la prima intervista, se così possiamo definirla ;), dedicata agli eco-blogger con cui sono entrata in contatto in questi anni o con cui, spero, lo sarò in futuro.

Voglio partire proprio da colei da cui tutto ebbe inizio 😉 ovvero la prima blogger che ho “incontrato” agli albori del mio cammino attivo nella rete (era il lontano 2008).

Non mi dilungherò nel presentarla perché preferisco lasciare spazio alle sue parole: Loredana Cramarossa, grafica per lavoro, riminese d’adozione ma pugliese di nascita, amica del pianeta fino al midollo:

Loredana Cramarossa e il suo blog Dandaworld Continua a leggere

Gli Eco-blogger si raccontano: su Madreterra uno spazio dedicato a loro

L’anno nuovo mi ha invogliata ad aprire una nuova sezione nel blog in cui intervistare gli eco-blogger che, come me, si prodigano a difendere e a proteggere, nel loro piccolo, l’ambiente anche sul web.

In questi anni ho conosciuto persone stupende (e molte altre mi auguro di incontrare!) che, sia nella vita offline che in quella online, si dedicano al pianeta, al volontariato e anche a sé stesse. Ho pensato, perciò, di dar loro spazio e visibilità (per quel che posso ovviamente) per farle conoscere a chi ancora, sfortunatamente ;), non li ha “incrociati”. Ringrazio anticipatamente tutti coloro che parteciperanno, soprattutto perché arricchiranno questo mio angolo verde con le loro parole e i loro gesti.

Vi annuncio che tra poche ore verrà pubblicata la primissima intervista.

Chi sarà il primo a rompere il ghiaccio?